iOS @AppleiPadCosa c'è di nuovo

Applicazioni installate dall'esterno dell'App Store su iPhone [Legge UE]

Una nuova legge promesso dalla Commissione Europea potrebbe apportare importanti modifiche a iOS e iPadOS. Le applicazioni installate dall'esterno dell'App Store su iPhone e iPad rappresenterebbero un cambiamento importante per i sistemi operativi iOS e iPadOS sviluppati da Apple.

Unione Europea adotterà Legge sui mercati digitali, che con le sue disposizioni costringerà la società americana Apple accettare l'installazione di applicazioni su iPhone e iPad e da altre fonti esterne all'App Store.

Legge sui mercati digitali (DMA) era proambientato a metà dicembre 2020, e in questi giorni è diventato più concreto una fase fino all'adozione definitiva. Naturalmente, la legge non fa esplicito riferimento alla società Apple, ma sarà costretto ad allinearsi alla normativa europea per prodocce vendute nel SEE (Area Economica Europea).

Applicazioni installate dall'esterno dell'App Store su iPhone [Legge UE]
Cronologia per DMA

In breve, attualmente gli iPhone sono considerati i telefoni cellulari più sicuri contro gli attacchi informatici. La garanzia di sicurezza è data principalmente dalle restrizioni presenti su iOS e iPadOS. L'utente può installare solo applicazioni e giochi dall'App Store. L'applicazione e il negozio di giochi di Apple, in cui gli sviluppatori vengono attentamente controllati e devono seguire molte regole mirate prointerfaccia utente.

Quali sono le disposizioni del DMA - La legge che vi forzerà Apple per consentire le applicazioni installate dall'esterno dell'App Store su iPhone

Si tratta di una legge antitrust che obbliga i gatekeeper, ovvero i grandi controller delle piattaforme online per applicazioni e giochi (Google, Apple, Microsoft) per consentire l'installazione di applicazioni software da fonti di terze parti.

La nuova legge DMA prevede inoltre che gli utenti possano installare applicazioni da piattaforme diverse da quelle di gatekeeper. In altre parole, su iOS è possibile che oltre all'App Store (by Apple) vediamo Google Play, Microsoft Store e altre piattaforme di giochi e applicazioni.

Un'altra disposizione del Digital Markets Act obbligherà i gatekeeper a lasciare agli utenti la libertà di scegliere quale piattaforma per l'installazione di applicazioni e giochi desiderano utilizzare. Non saranno in grado di impostarlo come predefinito propreda Come piccola parentesi, questa disposizione si applica anche a Windows, Mac, dove gli utenti hanno la libertà di scegliere quale browser Internet desiderano utilizzare per impostazione predefinita.

Il Digital Markets Act lascia ancora ai gatekeeper la libertà di rimuovere piattaforme e applicazioni che sono considerate potenziali fattori di rischio per la sicurezza dei dati degli utenti, il che può portare a proproblemi funzionali dei componenti hardware o del sistema operativo.

Quindi è molto probabile che gli utenti Apple continua proAffilare Apple ha una vera dottrina per la sicurezza e la privacy e l'azienda sarà in grado di bloccare le applicazioni dannose su iOS e iPadOS.

A partire da ora, le leggi DMA devono attraversare tre fasi, seguite da una quarta fase quando entrerà praticamente in vigore, a marzo 2024.

azione furtiva

Redattrice di articoli di informatica, gadget e telefoni cellulari.

Lascia un Commento

Torna a pulsante in alto