Facebookapplicazioni mobiliNovitá

Alcune funzionalità non disponibili in Facebook e Instagram Messenger

Facebook Messenger e Instagram Messenger sono stati limitati nell'Unione Europea

A partire dal 16 dicembre 2020, tutti gli utenti di Facebook si Instagram dall'Unione Europea sono stati informati che mancheranno alcune caratteristiche Facebook Messenger si Instagram Messenger.

Alcune funzioni non saranno disponibili a causa delle nuove normative legali per i servizi di messaggistica nell'Unione Europea.
Dal 2020, l'UE ha emanato una direttiva che limita drasticamente l'uso di dati riservati e privati ​​degli utenti di messaggistica da parte delle aziende che forniscono tali servizi. La direttiva sulla privacy e sulle comunicazioni elettroniche (direttiva e-privacy) stabilisce che nessuna azienda che gestisce servizi di messaggistica nell'UE debba raccogliere dati riservati sugli utenti attraverso queste applicazioni Messenger.

Fino al 16 dicembre Facebook (e altri che offrivano servizi simili) potevano raccogliere dati sugli utenti di Messenger attraverso vari metodi di tracciamento e analisi, che venivano poi utilizzati a fini pubblicitari da terze parti, o da promovimento di alcuni proprese e servizi proper partire.

L'impatto maggiore di questa limitazione sarà per campagne pubblicitarie effettuato tramite la rete Facebook Messenger e Instagram Messenger nell'UE. Facebook non sarà più in grado di reindirizzare gli annunci a Messenger a seconda del segmento di pubblico a cui si rivolge la campagna pubblicitaria, non sarò in grado di raccogliere e utilizzare i dati di conversionee i rapporti sul traffico saranno un po 'più "poveri", privi di dati essenziali per le campagne. L'API Messenger, le conversioni, le opportunità, i segmenti di pubblico personalizzati, i modelli di conversazione avviati automaticamente dall'utente e altro ancora saranno la cronologia. Almeno per un po.

Facebook assicura che si sta impegnando per risolvere questa situazione il prima possibile, ma non sappiamo fino a che punto riuscirà a farlo. Una "elusione" del diritto dell'UE potrebbe portare a sanzioni drastiche.

La parte buona è che per quanto riguarda i semplici utenti di Facebook e Instagram, non si sentiranno molto simili a questi nuovi regolamenti. Fondamentalmente, l'Unione Europea ha emanato questa legge per limitare le aziende a spiare gli utenti.

Per quanto riguarda le aziende che hanno acquistato pubblicità tramite Facebook e Instagram, saranno piuttosto colpite dal nuovo regolamento. I servizi pubblicitari interessati sono:

  • Gestione annunci e rapporti sugli annunci
  • Ad Center non riporterà più alcuni risultati proprovenienti da servizi di messaggistica.
  • Business Suite avrà alcune limitazioni in termini di reporting sul pubblico
  • Mancheranno molte informazioni da “Instagram Proapprofondimenti sul movimento "

Crediamo che questa limitazione fosse necessaria, e con il tempo ne dovrebbero arrivare altre, per una gamma di servizi molto più ampia. È vero che dove ci viene offerto un servizio gratuito, il consumatore è appunto prola doccia. Le società di sviluppo di software e applicazioni devono in qualche modo trarre profitto da questi servizi. Proil problema è che si è spinto troppo oltre nella raccolta e nell'analisi delle informazioni riservate degli utenti. Un annuncio con annunci mirati in un servizio di messaggistica significa in realtà che tutte le tue conversazioni vengono analizzate automaticamente per mostrarti annunci "pertinenti".

tag

Lascia un Commento

Torna a pulsante in alto
Chiudi